Vita d'ateneo

Sostieni l'UPO con il tuo 5 per mille

Vuoi destinare il 5 ‰ all’Università del Piemonte Orientale?

Con il tuo contributo potremo sostenere la ricerca scientifica e i nostri servizi agli studenti come abbiamo fatto gli anni scorsi.

Aiutaci a sostenere i nostri studenti e giovani ricercatori con il 5 per mille. Con il tuo contributo potranno essere realizzati nuovi progetti di ricerca, erogate borse di studio e buoni libro.

La peer education migliora i futuri medici dell'UPO

Gli studenti di Medicina e Chirurgia possono contare su un nuovo alleato per migliorare la propria formazione accademica in ambito sanitario: gli studenti del terzo anno del corso di laurea in Infermieristica. Il progetto formativo si chiama Famulus Nursing ed è nato grazie all’iniziativa degli studenti della Sede Locale del SISM Novara (Segretariato Italiano Studenti di Medicina), in collaborazione con la Scuola di Medicina dell’Università del Piemonte Orientale e con Scome – Medical Education.

La Notte dei Ricercatori è ad Alessandria.

L’undicesima Notte dei Ricercatori si terrà venerdì 30 settembre ad Alessandria. Anche quest’anno saranno i Dipartimenti di Giurisprudenza e Scienze politiche, economiche e sociali (DIGSPES) e di Scienze e Innovazione tecnologica (DiSIT) dell’Università del Piemonte Orientale a ospitare gli eventi di una manifestazione che, nel corso degli anni, è sempre più entrata nel cuore degli alessandrini.

Taglio del nastro per il il Centro di ricerca "Ipazia"

Ipazia è considerata la prima vera scienziata della Storia.

È stato inaugurato lunedì 18 aprile il Centro di Ricerca Traslazionale sulle Malattie Autoimmune e Allergiche "Ipazia".

Il taglio del nastro è avvenuto alle ore 18 alla presenza del sindaco di Novara Andrea Ballarè, il rettore dell'Università del Piemonte Orientale Cesare Emanuel e il consigliere della Provincia di Novara Massimo Bosio.

Hanno portato il proprio contributo gli assessori del comune di Novara Nicola Fonzo e Marco Bozzola, il professor Claudio Santoro e la professoressa Annalisa Chiocchetti.